Quando parliamo di spinte panca piana ci vengono in mente due variabili:

  1. con bilanciere;
  2. con manubri.

Vediamo le differenze che passano tra i due esercizi che vanno a lavorare sulla parte centrale e anche un po laterale ed interna del petto. Con il bilanciere il carico è più bilanciato ( lo dice anche il nome ), si possono fare carichi più pesanti, quindi è indicato negli esercizi di forza.  Anche se io lo trovo molto stimolante a livello muscolare durante gli allenamenti SST ( con diversificazione del tempo di contrazione ) e Stripping. Rispetto ai manubri, le spinte panca piana con bilanciere sono più indicate come dicevamo nel lavoro di forza, esempio:

“acchitto di avvicinamento piramidale” con serie da 5 – 4 – 3 – 2  + 1 ripetizione finale con carico massimale.

Nell’allenamento con i manubri, ogni parte del tuo corpo deve lavorare in modo indipendente e di conseguenza sono più difficili da controllare di un bilanciere. I manubri consentono inoltre una maggiore libertà di movimento sia nella parte inferiore che superiore del movimento.

Alterna nel tempo le spinte con manubrio e il bilanciere

Comunque, nonostante queste piccole differenze è sconsigliabile fare tutti e due gli esercizi nello stesso giorno del petto. Anzi il mio consiglio è di alternare durante le varie schede le spinte con manubri, le spinte con bilanciere e le spinte alla Chest press. Fai Chest press nella scheda di questo mese, la sostituisci con spinte con manubri panca piana il mese successivo. Il mese dopo ancora le spinte con manubri le sostituisci con il bilanciere.

Ho elaborato degli allenamenti spettacolari per il petto, per farlo lavorare al massimo del suo potenziale. Rileggiti gli articoli – Allenamento pettorali 1 e poi la –parte 2. All’interno di questi articoli, troverai delle schede di allenamento per il petto gratuite.