Considero la mia vita come una palestra, ci sono giorni in cui mi alleno e altri in cui cerco di far riposare il mio corpo e la mia mente.

Beh se consideriamo la vita come una palestra abbiamo l’obbligo di allenarci costantemente ogni giorno per prepararci a superare tutti gli ostacoli che la vita ci presenta.

Sì dobbiamo sentirci tutti un po’ dei futuri bodybuilder della vita.
Dobbiamo fare i sacrifici proprio come quando siamo in palestra, perché il momento in cui otteniamo risultati è quello che ci fa sudare e gridare perché ci stiamo spingendo oltre le nostre forze.

la mia vita come una palestra

Io credo che la parte più difficile e complicata è proprio l’inizio!

Possiamo ancora una volta paragonarlo alla palestra perché magari all’inizio non siamo abituati non abbiamo voglia, difficilmente andiamo in palestra, è difficile continuare.
È lì che la maggior parte delle persone rinuncia perché non è per tutti.

Ora fatti una domanda: il problema sei tu oppure hai già rinunciato?

Io rispondo personalmente a questa domanda con una provocazione:

se c’è riuscito qualcun altro perché non posso riuscirci anche io?

Così guardo chi ha già ottenuto i risultati che vorrei e inizio a simulare, copiare, capire quali magari sono i segreti che utilizza e chiedo aiuto.
Non lasciare che sia l’inizio a distruggere i tuoi obiettivi perché se non hai la determinazione giusta vuol dire che quell’obiettivo non ti interessa realmente.

Ringraziamo Luigi Piccirillo ( indirizzo Instagram: luigi_piccirillo) per l’articolo.