Ecco qualche consiglio per aumentare il volume muscolare delle spalle.

Dopo aver parlato di quali possono essere i motivi per cui non si riesce ad avere una crescita muscolare soddisfacente, vediamo come, secondo me potrebbe essere strutturata una split routine incentrata sulla crescita. Innanzitutto partiamo dicendo che il gruppo muscolare, qualsiasi esso sia, va allenato a 360°. Questo che significa? Che va allenato in ogni sua parte. Prendiamo ad esempio il gruppo muscolare che negli anni ho notato essere carente nella maggior parte degli atleti: le spalle.


Per arrivare a volumizzare le spalle, avere quindi le cosiddette spalle a “palla di cannone”, io consiglio sempre di dividere l’allenamento delle spalle in due sessioni. Ad esempio, lunedì e giovedì. Potremmo incentrare il lavoro sul deltoide laterale nella prima sessione, eseguendo ad esempio alzate laterali, spinte con i manubri, military press portando il muscolo alla fase di cedimento in ogni serie. Potremmo completare la sessione aggiungendo un esercizio rispettivamente per deltoide anteriore e deltoide posteriore.
Nella seconda sessione invece, dobbiamo enfatizzare il lavoro su deltoide anteriore e posteriore, portando a cedimento ad ogni serie, e completare la sessione con alzate laterali. Ovviamente, il tutto risulterà essere un tipo di allenamento molto pesante se consideriamo che le spalle sono un gruppo muscolare molto suscettibile ai carichi. Per questo ci sarà bisogno di una alimentazione ad hoc e di una integrazione mirata ad evitare il catabolismo.
Negli atleti che seguo sono bastate poche settimane per notare un buon cambiamento dei volumi muscolari sulle spalle.
Continueremo a parlare dell’incremento del volume muscolare nei prossimi articoli.